logo

http://basilicamisericordia.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/814138prim.jpglink
http://basilicamisericordia.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/853394facciata_basilica.jpglink
http://basilicamisericordia.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/234044portone_slide.jpglink

Mater Misericordiae

Particolare della tela cinquecentesca vedi dettagli

Facciata Basilica

La facciata della Basilica della Misericordia vedi dettagli

Il Portale della Basilica

Il portale della Basilica vedi dettagli

Mater Misericordiae Facciata Basilica Il Portale della Basilica

News ed Eventi

Bollettino-Dicembre-2016

 

 

pdfScarica bollettino dicembre 2016

 

 

Informazioni

Orario di apertura:

Ore 7:30-12:30; 15,00-18,00 (periodo invernale); 15:30-19:30 (periodo estivo).

Celebrazioni:

SS. Messe: festive ore 7:00

feriali ore 9:00-17:00 (invern.); 18:00 (orario estivo).

Recita quotidiana S. Rosario: ore 16:30 (orario invernale); 17:30 (orario estivo).

Arte

arte_ppLa parte centrale, costruita su disegno di L. Vanvitelli, si compone di un vano a navata unica, collegato, attraverso un ampio arco, al presbiterio. Questo è formato da un rettangolo ad angoli smussati, sui quali si alveolano 4 colonne; su di esse poggia direttamente una Cupola ellittica coronata da lanternino.

Grande è l'effetto di alto silenzio e di raccoglimento creato dal suggestivo ambiente.

 

In questo piccolo tempio tutto è ispirato a nobiltà artistica:

dagli stucchi ai marmi pregiati, dagli sbalzi e intagli alla elegante balaustra; dal cancello in ferro battuto (Vanvitelli, 1736) alle porte di bronzo (1952), opera dello scultore C. Cantalamessa. La volta è dipinta a fresco (Assunzione di Maria); alle pareti della navata sono incastonati quattro deliziosi ovali (Maria bambina al tempio; Annunciazione; Visita a S. Elisabetta; Presentazione di Gesù Bambino al tempio): questi cinque dipinti sono del pittore Francesco Mancini (1736-1737). Due grandiose tele (l'Immacolata e la Nascita di Maria) di Sebastiano Conca (1741) impreziosiscono il presbiterio, in fondo al quale, protetta da ricca iconostasi, eseguita dallo scultore di metalli il romano Pio Cellini, su disegno di Biagio Biagetti (1927), si ammira la venerata immagine della Mater Misericordia, di anonimo (inizio 1500).

 

Lo stesso ambulacro (1860 e 1893), che circonda il tempietto vanvitelliano, è ricco di 8 affreschi in stile "divisionista" di Biagio Biagetti (1922-1923) che svolgono un ciclo cristologico-mariano (Nascita di Gesù, Fuga in Egitto, Nozze di Cana, Crocifissione, Deposizione, Pentecoste, Dormitio Virginia, Sacra Famiglia); vetrate (rappresentanti figure di sante vergini e martiri, simboli mariani, stemmi dei benefattori, eseguite dal maestro romano Cesare Picchiarini su bozzetti di Biagio Biagetti), marmi pregiati, intagli ...

 

Alle bellezze artistiche della Chiesa si aggiungono quelle pur rilevanti della Sagrestia (Vanvitelli: ricostruzione 1958): piccole tele ('500, '600, 700...): tra cui una Icona russa (sec.XVI), un Sassoferrato (S. Apollonia), un Mancini (Pietà), il lavabo dei delfini (del Vanvitelli), un Conca (bozzetto della Trinità, nell'atrio della sagrestia).